Il sistema operativo Linux

Ne hai sentito parlare tanto e vorresti schiarirti le idee ma senza riuscirci per via delle tante versioni su quale sia “Il sistema operativo Linux”? Ci penso io a chiarirti un pò il quadro; hai ragione è una vera giungla capirci qualcosa tra decine di distribuzioni che si trovato su internet, quale sia il sistema operativo Linux originale. Non preoccuparti hai ragione ad essere confuso a riguardo ma prenditi dieci minuti per chiarirti le idee una volta e per tutte con le informazioni che sto per darti.

Chi ha sviluppato Linux

Sviluppato da Linus Torvalds nel 1991 il Kernel (nucleo) di Linux vide la luce come primo e vero sistema operativo “GNU/Linux” grazie all’integrazione di quella parte mancante del software fornita dalla collaborazione di Richard Stallman. Essendo open source, nel tempo ha dato vita a diverse versioni derivate;mente non godeva di  originaria entrato a pieno titolo nella storia dell’informatica sin da subito mostrando il suo grande potenziale e la sua flessibilità tipica del codice libero. Le tante versioni sono un derivato del sistema Unix; ogni versione in circolazione di questo sistema è sviluppata sul Kernel Linux il quale è scritto per un’ampia maggioranza in linguaggio c.  Il codice sorgente di questo sistema è completamente libero; però bisogna tener presente che alcuni firmware, non lo sono.

Alcune software house hanno sviluppato versioni differenti del sistema integrando codice proprietario detto (di terze parti), rendendolo anche più  stabile.

Il sistema operativo Linux

Logo mascotte di Linux: immagine illustrativa di Tux.

Considerazioni oggettive di open source del sistema

Nonostante sistemi Linux supportati da colossi in campo informatico, esistono versioni del sistema completamente open source come il Debian che non ha subito contaminazioni; lo smacco, riguarda la parte grafica ed alcuni driver che accentuano la distanza da versioni come Linux Ubuntu e Fedora ma senza intaccare il terminale.



Il sistema operativo Linux: la versione più diffusa

La versione più diffusa del pinguino, risulta essere Linux Ubuntu ma tutte le distribuzioni hanno in comune lo stesso terminale; quindi tutti i comandi di quest’ultimo sono identici a prescindere dalla versione in uso. Un utente Linux non riscontrerà nessuna difficoltà con qualsiasi distribuzione del sistema ad operare in linea di comando per quanto riguarda il terminale.

Pacchetti driver e file compressi

Alcune distribuzioni linux come Debian usano librerie diverse per l’interfaccia grafica e driver di sistema; nonché formati diversi dei file compressi che richiedono la decompressione ed installazione dei pacchetti in una sintassi leggermente diversa dalle altre versioni.

Server Linux

Il sistema operativo Linux negli anni ha conquistato ampie fette di mercato anche per quanto riguarda i sistemi server. La tecnologia di Red Hat è un’eccellenza in questo campo affermatasi già da anni; subito dopo invece, a seguire abbiamo la Canonical con Linux Ubuntu Server che ha consolidato il suo successo nel campo migliorando sempre di più ad ogni nuova versione rilasciata. Entrambi sono parte attiva e contribuiscono allo sviluppo di Ubuntu da parte di Canonical e Fedora Workstation invece da Red Hat.

Articolo del 15 Giu, 2018 categoria: Sistemi operativi

Tag#